Lhasa Society

Il percorso dei Lhasa Society inizia dopo anni di rock, soul, funk e chitarre consumate in sala prove e sui palchi.

Nasce l’esigenza di potersi mettere in gioco con l’elettronica. Emerge la voglia di sperimentare con quei suoni che ancora non avevano pervaso le produzioni di Testuari, Retròvia, Stereotellers, Funk Shui Project, ESMA e tutti i progetti con cui Mr. Twenty e Debbands si erano confrontati nelle esperienze precedenti.

I Lhasa Society nascono per poter avvicinare le sonorità di Nine Inch Nails, Unkle, Mogwai, 65daysofstatic, ma anche e soprattutto per potersi confrontare con le nuove tendenze musicali Tycho, Boards of Canada, Moderat, esasperando le proprie produzioni con l’influenza di Deadmau5 da un lato e cercando di seguire le orme dei locali Niagara dall’altro.

Dallo studio in cui nascono le produzioni ROL, dove sono stati concepiti i primi due album, i Lhasa si spostano e si sviluppano in sala prove, grazie alla batteria di Igor, ai sintetizzatori e agli amplificatori con cui riescono ad amalgamare al tempo stesso post rock, shoegaze, ambient e downtempo.

Attualmente sono al lavoro per ROL Produzioni sul loro primo disco suonato.



 

 


INDIETRO